Guadagno solo quando vendo!

/
GIF

Guadagno solo quando vendo!

Se c’è un leitmotiv che ogni principiante di marketing deve ripetere ogni singolo giorno, è questo: “Guadagno solo quando vendo!”

È una semplice verità, eppure viene spesso dimenticata anche da professionisti del marketing che perdono il punto di vista mentre si impantanano in una miriade di dettagli insensati che, sì sono parte integrante della gestione di un’attività online, ma non sono la COSA PRINCIPALE.

Certo, fanno del loro meglio per offrire un valore folle nel tentativo di creare fiducia e credibilità con il loro pubblico. Sono in una costante corsa alla creazione di contenuti mentre cercano di superare la concorrenza.

Contrassegnano tutte le caselle richieste tranne quella che mette i soldi nelle loro tasche: la vendita.

Non riescono ad avere la “vendita” in primo piano nella loro mente e finiscono per fallire miseramente. Ciò che hanno sono blog con molti contenuti, ma che sono utili quanto un uomo con una gamba sola in una gara di calci nel di dietro.

Il segreto per evitare questo problema sarà quello di monetizzare il tuo blog in modo efficace. Devi vendere, vendere e vendere ancora per essere redditizio. In quale altro modo farai soldi?

Anche se mostri contenuti sponsorizzati sul tuo blog, stai ancora vendendo spazio per la visualizzazione degli annunci. Ricordi? Guadagno solo quando vendo!

Ora, ci sono molti metodi di monetizzazione con diversi gradi di efficacia. Ma alla fine, qualcuno deve acquistare qualcosa (o fare clic su un annuncio) affinché tu possa effettivamente vedere i soldi che arrivano sul tuo conto.

Ed è di questo che tratta questo articolo. Imparerai alcuni modi per trasformare il tuo blog in una macchina per fare soldi che funziona 24 ore su 24 per te.

business plan on chalk board

Vendita di prodotti come affiliato

Questo è probabilmente il metodo di monetizzazione più semplice del lotto perché tutto ciò che farai è vendere i prodotti di altre persone e raccogliere le commissioni dalle vendite che generi.

Non devi preoccuparti dei dettagli tecnici o del servizio clienti. Il tuo obiettivo è solo la prevendita e la creazione di recensioni persuasive.

Esistono diverse piattaforme che consentono agli affiliati di promuovere i prodotti. I più comuni sono Amazon, ClickBank, ShareASale, Rakuten e così via.

Una volta che ti sei registrato con queste piattaforme, è solo questione di aggiungere i tuoi link di affiliazione (sul tuo blog) ai prodotti RILEVANTI nella tua nicchia.

Deve esserci congruenza con la tua nicchia e i prodotti che consigli. Non vorresti promuovere una crema per l’herpes su un blog di giocattoli solo perché la crema ha un margine di guadagno elevato.

Idealmente, dovresti promuovere un mix di prodotti tangibili e digitali. Sarà anche saggio promuovere i prodotti su piattaforme diverse. Ciò assicurerà che tutte le uova non siano nello stesso paniere.

Troppi blogger si affidano interamente ad Amazon Associates (con i suoi miseri tassi di commissione). Quindi vedono i loro guadagni prosciugarsi durante la notte se Amazon li bandisce dalla piattaforma.

optimizepress

Purtroppo, questo accade sempre e agli affiliati non viene nemmeno fornita una ragione sul motivo per cui sono stati banditi. È pura sconvenienza in tutto questo.

Il tuo obiettivo è, diversificare, diversificare, diversificare. Perché? Guadagno solo quando vendo!

Vendi i tuoi prodotti digitali

Questo è un modo molto redditizio per generare entrate dal tuo blog. È più tecnico perché dovrai impostare una pagina di vendita, una canalizzazione e così via. Dovrai anche creare un prodotto e disporre di una buona copia di vendita in modo che le conversioni di vendita siano elevate.

Tutto questo può sembrare un sacco di lavoro … e lo è … ma le ricompense sono grandi.

Potresti fare molto da solo usando costruttori di pagine / funnel come Thrive Themes, ClickFunnels, OptimizePress, ecc. Questi tipi di software ti aiuteranno immensamente perché sono relativamente semplici e intuitivi da usare.

MotionElements - Royalty-Free Marketplace For Stock Video, Music, After Effects Templates

La verità è che non hai bisogno di fare tutto. La buona notizia è che puoi esternalizzare le diverse parti del processo a freelance su siti come Fiverr e / o Upwork … mentre ti concentri solo su ciò in cui sei bravo … … e quando è tutto completato, metti insieme le parti mobili e VOILA! Il tuo prodotto è pronto che puoi vendere sul tuo blog.

Dopotutto, con tutti i contenuti che pubblichi e la credibilità / autorità che hai costruito, sarà molto più facile vendere un prodotto creato da te che da qualcun altro, perché il tuo pubblico ti ama e si fida di te.

Quando crei e vendi i tuoi prodotti, avrai molta più flessibilità e avrai il controllo di:

  • Prezzo del prodotto
  • Se si tratta di una quota una tantum o di un abbonamento mensile / annuale ricorrente
  • La profondità del funnel di vendita (upgrade, down sell, ecc.)
  • Di cosa parlerà il prodotto
  • Servizio clienti

È più lavoro, ma è anche più libertà dal punto di vista aziendale … e più profitti esponenzialmente, se sei bravo.

Vendita di prodotti tangibili

È simile al punto precedente, ma ora vendi prodotti fisici. Avrai bisogno di un negozio con un carrello della spesa che calcoli la spedizione e così via. Questo è leggermente più complicato perché dovrai evadere gli ordini.

Dovrai decidere se stai vendendo prodotti di stampa su richiesta o dropshipping che sono processi relativamente pratici … o manterrai l’inventario e spedirai i prodotti da solo? Oppure utilizzerai Logistica di Amazon (FBA).

Ci sono diverse opzioni qui e dovrai fare la tua ricerca e vedere quale metodo è migliore per la tua attività. Non vuoi finire in una situazione in cui stai facendo molte vendite ma l’ufficio postale è diventato la tua seconda casa.

VISITA IL CENTRO COMMERCIALE ON-LINE RISPARMI E GUADAGNI CON IL PASSAPAROLA

Marketing tramite posta elettronica

Sembra che nessun articolo di marketing online possa mai essere completo senza rendere omaggio all’email marketing, e questo perché funziona davvero. A differenza del social media marketing che può essere bloccato dal tuo pubblico, la maggior parte delle persone controlla le proprie e-mail e tu vuoi presentarti lì … per vendere!

Sì! Non dimenticare la vendita … ma ricorda sempre di fornire valore nelle tue e-mail. Dovrai trovare il giusto equilibrio qui.

Ma per prima cosa, devi creare un elenco dal tuo blog.

Il modo più semplice per farlo sarà utilizzare software come Thrive Leads per visualizzare i moduli di attivazione, i popup, i tappetini di scorrimento e così via. Questo è un fantastico software di cui trarrà vantaggio la maggior parte dei professionisti del marketing.

Un altro ottimo plugin è Post Gopher. Consente ai visitatori del tuo sito di scaricare i post del tuo blog come PDF che possono leggere in seguito, in cambio delle loro e-mail.

Ora è solo una questione di collegare il tuo modulo di attivazione a una piattaforma di risposta automatica affidabile come ConvertKit e sei a posto.

ConvertKit è uno dei migliori autorisponditori del settore e la loro caratteristica di consentire all’abbonato di accedervi due volte con un solo clic del mouse (per scaricare un prodotto, ecc.) Garantirà che più persone finiscano nella tua lista rispetto ad altri autorisponditori che richiede una procedura in due passaggi per confermare l’attivazione e finisci per perdere gli abbonati che non seguono.

Tutti i discorsi tecnici a parte, assicurati di avere un modo per raccogliere le e-mail sul tuo blog e di avere una sequenza di risposta automatica in atto per nutrire il pubblico sulla tua lista.

Ricordati di promuovere i tuoi prodotti (se ne hai) o prodotti affiliati nelle tue e-mail.

Perché? Guadagno solo quando vendo!

Perché devi vendere, vendere, vendere! Ecco perché!

Vendi i tuoi servizi

Questo punto è stato salvato per ultimo perché ha uno svantaggio.

Finché fornisci un servizio che richiede il tuo coinvolgimento diretto, scambierai il tuo tempo con denaro … il che di per sé pone un tetto invisibile ai tuoi guadagni, a meno che tu non abbia accordi speciali su royalty / commissioni in atto con coloro che ti assumono.

Esempi comuni di servizi sono la scrittura di contenuti, il copywriting, la progettazione grafica, la creazione di video e così via. Queste sono attività che richiedono tempo. Potresti guadagnare il massimo, ma alla fine è ancora un lavoro e non è passivo. Ma è la tua chiamata.

Potresti anche fornire software come servizio e comunque apportare una grossa fetta di cambiamento senza molto coinvolgimento.

In alternativa, potresti essere un intermediario e utilizzare l’arbitraggio del servizio per vendere servizi forniti da altri. Addebiterai una tariffa più alta e assumerai un libero professionista più economico che svolga il lavoro per te.

Quindi consegnerai quel lavoro alla persona che ti ha assunto e intascherai la differenza. Ovviamente, dovrai assicurarti che il libero professionista abbia svolto un buon lavoro prima di consegnare il lavoro, in modo che la tua reputazione sia intatta.

L’arbitraggio è perfettamente legale e le persone lo fanno sempre.

In conclusione, i metodi di cui sopra sono davvero TUTTO ciò di cui hai bisogno per fare sei o anche sette cifre con il tuo blog. Puoi applicare 2 o 3 dei metodi sopra riportati e aumentare il tuo reddito in un paio di mesi. Inizia a lavorarci oggi … e ricordati … Guadagno solo quando vendo!

NETWORK MARKETING ESSENS – BEAUTY – SALUTE – CASA -TRAVEL
OPPORTUNITÀ LAVORO – EShop PERSONALE
ENTRA NELLA FAMIGLIA ESSENS RISPARMI E GUADAGNI CON IL PASSAPAROLA!

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: